All’interno di Kids Active Camp
potrai conoscere
i tuoi campioni preferiti!

 
Maurizia Cacciatori

Palermo

Ex pallavolista, Maurizia Cacciatori esordisce
giovanissima nella nazionale azzurra, con la quale
vince ben tre medaglie a cui si uniscono,
tra le tante competizioni di successo, anche
5 scudetti e 3 Coppe Campioni. A fine carriera
la famosa alzatrice di Carrara conta, infatti,
ben 17 trofei totali, che la rendono una
delle giocatrici di pallavolo più vincenti
di sempre a livello di club.

Nata a Carrara il 6 aprile 1973 da mamma svedese
e papà italiano (un calciatore, che giocò come
portiere a Perugia e Pisa), Maurizia Cacciatori inizia
a soli undici anni a giocare nella squadra della
sua città natale. Con questa ottiene la storica
promozione in A2, mettendosi da subito in luce
per le sue doti di straordinaria atleta.
Nel 1989 a soli 16 anni esordisce in serie A1 con l'INA
Assitalia Perugia. Confermatasi giocatrice di ottimo
livello, Maurizia rimane nella massima categoria
per quasi due decenni, alternandosi in varie
squadre. Per due stagioni lascia l’Italia per andare
a giocare in Spagna (tra il 2003 e il 2005,
gioca infatti nel CV Tenerife).

In maglia azzurra, dopo l’esordio del 1991 contro
la Russia, vince il bronzo nell’Europeo del 1999,
l’argento a quello del 2001 e l’oro ai Giochi
del Mediterraneo di quello stesso anno. Nel 2000,
inoltre, Maurizia Cacciatori e le compagne
della nazionale femminile di pallavolo per la prima
volta in assoluto si qualificano alle Olimpiadi
di Sydney 2000. Oltre alle tre prestigiose medaglie,
la Cacciatori con la nazionale vanta ben
228 presenze e 439 punti conquistati.

Quattro sono, invece, gli scudetti conquistati
col Bergamo (1996, 1997, 1998, 2002), un Campionato
spagnolo col Tenerife (2004), tre Coppe dei Campioni
(Bergamo 1997 e 2000, Tenerife 2004), quattro
Coppe Italia (Perugia 1992 e Bergamo 1996, 1997, 1998),
tre superCoppe italiane (Bergamo 1996, 1997, 1998)
e una coppa Cev (Napoli 1999).

Attualmente è opinionista televisiva per Sky Sport
per la pallavolo femminile.

Maurizia Cacciatori